Vai al contenuto

Giulia Son

Home » L’Archetipo del Mago: come e perché portarlo nel tuo Brand.

L’Archetipo del Mago: come e perché portarlo nel tuo Brand.

Ciascun Brand è unico, diverso dagli altri; per aiutarti nel costruire e tracciare il tuo, però, puoi fare riferimento a degli Archetipi. Ne hai mai sentito parlare? Gli Archetipi sono forme-pensiero; modi di costruire un personaggio schematizzati e funzionali. Li ritroviamo nei film, nei libri, nelle nostre serie tv preferite… insomma, sono per noi così familiari che finiamo per riconoscerli al volo.

Anche un Brand è una forma-pensiero, una sorta di personaggio che nasce con una narrazione – quella fatta attraverso il Marketing – e assume maggiore tridimensionalità tanto più il tuo Cliente ideale finirà per interagire con esso.

Nell’Archetypal Branding vengono elencati 12 Archetipi: l’Angelo Custode, il Creatore, il Responsabile, l’Innocente, l’Esploratore, il Saggio, l’Eroe, il Ribelle, il Mago, il Semplice, l’Amante e il Giullare.

…ma come Giulia, mi avevi detto che ogni Brand è Unico, invece sembra tu mi stia suggerendo di trasformarlo in una copia della copia…

Non mi fraintendere, il personaggio Brand è solo un punto di partenza per individuare modi e metodi attraverso cui puoi esprimere la sua personalità, però, poi, a dargli la “connotazione umana” ci sarai sempre e solo tu con la Originalità e Missione.

Ti ho già parlato di questi Archetipi:
 Giullare
• Creatore
• Innocente
• Amante
• Esploratore
• Persona Comune
• Angelo Custode
• Eroe
• Saggio
Ribelle
Sovrano

Oggi, invece, ti parlo dell’Archetipo del Mago.

Il Mago come Archetipo universale.

Se ogni storia per essere considerata tale richiede un Eroe come protagonista, è anche vero che ogni Eroe ha bisogno di un Mago che gli faccia da guida o mentore durante il suo viaggio di trasformazione.

Figura ricorrente nella mitologia di molte culture, il Mago è un potente saggio capace di piccoli e grandi prodigi, grazie alle sue abilità magiche. È spesso raffigurato come un individuo solitario, che vive in luoghi remoti, come torri o grotte nascoste, per mantenersi in contatto con la dimensione spirituale del Mondo.

Il Mago è in grado di utilizzare la magia per influenzare il mondo circostante: può evocare creature, prevedere il futuro o manipolare gli elementi naturali.

L’Archetipo del Mago nel Branding.

Nell’Archetypal Branding, il Mago fa parte del gruppo degli Archetipi che proseguono la trasformazione: attraverso la profonda conoscenza delle leggi che governano l’universo, ha acquisito la capacità di concretizzare la sua visione. Questo sapere gli conferisce un potere e una prospettiva unici, tali da permettergli di trovare soluzioni incredibili – quasi soprannaturali.

Utilizzare l’Archetipo del Mago nel Brand significa immergere lə Cliente in una dimensione onirica, dove cambiamento e trasformazione sono possibili per ottenere qualcosa che prima non c’era.

Sfatiamo, però, la credenza che questo tipo di “magia” appartenga solo a chi legge i tarocchi, pratica la meditazione o utilizza strumenti olistici. Il potere del Mago è tale che sa attuare qualsiasi trasformazione, sia essa interiore o esteriore, attraverso qualunque cosa che, fino a poco tempo fa, poteva sembrare impossibile. I problemi dellə Clienti vengono risolti attraverso soluzioni innovative con quel tocco in più, quasi magico, che è difficile (impossibile) da replicare.

I Brand Mago sono spesso incarnati da figure carismatiche, che assumono un ruolo di guida e di empowerment nei confronti dei clienti. Attraverso strumenti, risorse e soluzioni li aiutano a raggiungere i loro obiettivi. Questa dinamica, nel suo aspetto di Ombra, può essere sfruttata con fini manipolatori per influenzare i consumatori in modo ingannevole.

Porta l’Archetipo del Mago nel tuo Brand.

L’Archetipo del Mago crea un’aura onirica attorno ai propri prodotti o servizi: se vuoi portare questo fascino anche nel tuo Brand, puoi prendere spunto da questi marchi famosi.

Un esempio è Dyson, i cui prodotti sono creati per aiutare lə Clienti nelle faccende quotidiane, dal pulire i pavimenti all’asciugare i capelli. Le tecnologie Dyson sono magiche e basate sui “segreti della scienza più innovativa”, come afferma lo stesso Brand.

Nelle storie il Mago può dare all’Eroe un amuleto, un oggetto magico o una parola chiave che sarà essenziale per il completamento della sua missione. Proprio su questo elemento ha da sempre puntato Mastercard: possedere questa carta di credito significa ottenere tutto ciò che desideriamo. Non importa se abbiamo davvero il denaro necessario per acquistarlo, con questa tessera lo possiamo ottenere: più magico di così? Certo, questo messaggio sembra connotato da una natura fortemente materialistica, lontana dalla saggezza autentica di cui si fa portavoce il Mago. Per questo Mastercard ci tiene a ricordare, tramite il suo famosissimo slogan, che ci sono anche “cose che non si possono comprare”, come i valori, l’affetto e l’amore.

Tutto è fuori dall’ordinario e magico nell’Universo del Mago. Come in questo spot Disney, dove anche le incombenze quotidiane del “dietro le quinte” del Walt Disney World Resort contribuiscono alla creazione della magia stessa, rendendo palpabile la visione di un luogo dove tutto è possibile. È un video coinvolgente e dai colori positivi. Il Mago può, infatti, aiutare i clienti a sperimentare un cambiamento positivo nella propria vita, anche solo per un breve e intenso momento, come quello che si può vivere in un parco a tema.

Differenza tra Mago e Saggio.

Mago e Saggio sono due figure ricorrenti nelle storie, che possono sembrare simili, anche nell’Archetypal Branding. In realtà, hanno scopi diversi.

Il Mago desidera cambiare la realtà, e per farlo sfrutta la sua conoscenza. Spesso ha trascorso molti anni in solitudine per studiare le arti magiche, comprendere i segreti del mondo e influenzare le leggi naturali. Il Saggio, invece, non vuole cambiare le cose, ma conoscerle: la conoscenza è il suo scopo – e attraverso di essa raggiungere l’illuminazione e l’indipendenza.

La differenza sta quindi nella missione, nello scopo finale per cui si vuole ottenere la conoscenza stessa. Un Brand Saggio utilizza la propria conoscenza per offrire informazioni, suggerimenti, soluzioni e aiutare i Clienti a prendere decisioni informate, basate su dati o esperienze concrete.

Mentre il Mago usa la conoscenza per trasformare e migliorare la vita delle persone attraverso soluzioni uniche, anzi… magiche!

Condividi questo articolo