Vai al contenuto

Giulia Son

Home » Colori complementari, analoghi e altre fantastiche combinazioni.

Colori complementari, analoghi e altre fantastiche combinazioni.

Tag:

Uno degli strumenti grafici più potenti per distinguere il tuo Brand, assicurandoti riconoscibilità ed unicità, è il colore. È accessibile a chiunque, anche a chi ha appena avviato il Business e non può – o non vuole – ancora investire nella progettazione professionale del Marchio (cosa che può essere molto saggia all’inizio, come ti dicevo qui).

Scegliere la tua palette colori può essere, quindi, utile per due motivi:

  • usare sempre le stesse tinte permette al tuo pubblico di abituarsi alla tua immagine e iniziare, progressivamente, a individuare i tuoi contenuti nel marasma di tutti gli altri. Dal tuo Logo al tuo Sito Web, dal feed di Instagram alla composizione grafica della tua newsletter… tutto deve assomigliarsi, e iniziare a usare solo un certo numero di colori ti aiuterà tantissimo in questo;
  • puoi farlo anche da solə, se tieni conto di qualche nozione.

Perché, se è vero che puoi studiare la tua palette in autonomia, alla base di qualsiasi progettazione grafica deve esserci una conoscenza dei colori. Occorre tenere ben in mente i loro significati, ma anche sapere quale sia il modo corretto per abbinarli fra loro.

Non c’è bisogno, quindi, che ti dica che la scelta dei colori per il tuo Brand è da operare con estrema attenzione, giusto? Beh, te l’ho detto comunque.

Anzi, ho scritto questo articolo proprio per aiutarti a studiare la tua palette, dandoti anche alcune semplici ma fondamentali nozioni per renderti riconoscibile e comunicare così la personalità del tuo Brand.

Buona lettura!

Newton e lo spettro cromatico.

Iniziamo dalle basi – perché sono importanti e soprattutto perché ‘sta cosa che come vediamo i colori dipende da come si comportano i fotoni mi piace un sacco.

La percezione fisica dei colori dipende dalla luce che colpisce un oggetto, e da come quell’oggetto riflette la luce stessa. È stato Isaac Newton a scoprirlo, giusto per dargli il credito che si merita.

Prima che Newton rivoluzionasse le cose, la Teoria dei Colori era oggetto di interesse solo di artisti e pittori, i quali avevano cercato di trovare un senso nelle interazioni fra le tinte. Di sicuro, hai già sentito parlare di colori primari, secondari e terziari.

I colori primari sono quelli “puri”, che non si possono ottenere dalla mescolanza degli altri. Sono il magenta, il ciano e il giallo: mescolando questi tre si ottengono anche gli altri, cioè i secondari. I colori terziari sono, invece, tonalità ottenute dalla combinazione di primari e secondari.

In fisica le cose sono un po’ più complicate di così, ma il punto è che gli studi di Newton hanno dimostrato che i colori interagiscono davvero fra di loro. A livello subatomico, proprio! Dai, non ti fa impazzire questa consapevolezza?

La Ruota dei Colori.

Quando Newton ha scomposto un raggio di luce bianca e spalmato i colori dell’arcobaleno su una striscia, ha visto per la prima volta uno spettro luminoso. Il passo successivo fu arrotondare quella striscia in un cerchio, che si è evoluto fino a darci quella che, oggi, chiamiamo la Ruota dei Colori.

Si è notato che c’è una relazione fra il modo in cui i raggi di luce colorata interagiscono fra loro e la posizione che gli stessi occupano sulla Ruota. Ad esempio, quando due raggi luminosi di colore opposto si incontrano, il risultato è che si “annullano” e otteniamo un raggio di luce neutro.

Come scegliere i colori per il tuo Brand.

Quando dobbiamo scegliere la palette per il nostro Brand, possiamo sfruttare questo schema per studiare l’interazione fra i colori e abbinarli fra loro in modo da suscitare determinate reazioni ed emozioni, grazie a delle combinazioni precise.

Tutto dipende, come sempre, dal messaggio che vuoi trasmettere; quindi è opportuno, ben prima di arrivare al momento in cui studi la tua palette, farsi un po’ di domande e darsi un po’ di risposte. Ebbene sì: prima, molto prima, della scelta dei colori, ci deve essere una buona consapevolezza sul tuo Brand.

Che sensazioni vuoi trasmettere?
Che personalità desideri dare al tuo Brand?
Come vuoi che il pubblico si senta quando è davanti ad un tuo contenuto?

Una volta capito questo, puoi iniziare a comporre la tua palette, abbinando le tinte in modo coerente col tuo messaggio.

Per farlo puoi intraprendere quattro strade: utilizzare combinazioni monocromatiche, colori complementari, colori analoghi, oppure, infine, optare per una combinazione triadica.

Combinazioni monocromatiche.

Puoi abbinare colori che rientrano in un solo “spicchio” della Ruota, variando magari la luminosità o la saturazione. Queste combinazioni sono in genere armoniche, rilassanti; ma devi fare bene attenzione, però, che il contrasto fra i colori sia sufficiente per garantire la leggibilità delle forme: un rettangolo azzurro su un cerchio azzurrino rischia di non vederlo nessuno.

combinazione colori monocromatici ruota dei colori brand design logo marchio

Colori complementari.

I colori complementari sono quelli che occupano spicchi opposti nella Ruota. Parliamo, ad esempio, di viola e giallo, blu e arancione. Questa combinazione, di solito, è molto energica, vibrante: perfetta se vuoi mettere qualcosa in risalto o comunicare un senso di dinamicità. Occhio, perché due colori complementari potrebbero – come si dice in gergo – “ballare” e stancare troppo velocemente l’occhio. In questo caso puoi cercare di mantenere un buon equilibrio accostando un colore molto acceso ad un colore meno saturo, ad esempio arancione brillante e viola scuro.

combinazione colori monocromatici ruota dei colori brand design logo marchio

Combinazioni di colori analoghi.

Quando due o tre colori occupano spicchi vicini sulla Ruota, si definiscono analoghi; parliamo, ad esempio, di verdino, giallo e arancione. Queste combinazioni hanno un aspetto armonioso, piacevole. Vanno benissimo se vuoi trasmettere serenità.

combinazione colori analoghi ruota dei colori brand design logo marchio

Colori triadici.

Sono le combinazioni che otteniamo accostando colori che, sulla Ruota, occupano spicchi equidistanti tra loro. Il contrasto è elevato ed è la combinazione più difficile da gestire. Se vuoi puntare a questa combinazione scegli un solo colore predominante e sfrutta gli altri due solo per accenni minimi.

Considerando quanto detto finora, è evidente che accostare i colori nel modo giusto è veramente importante quando li scegliamo per il nostro Brand.

In linea di massima vale quanto detto prima: se vuoi esprimere una sensazione di calma, di competenza, di relax, di piacere… punta su colori analoghi. Se, invece, vuoi comunicare velocità, energia, potenza, forza… allora seleziona colori complementari.

Se oltre all’abbinamento dei colori, vuoi approfondire il significato di ognuno di essi, puoi leggere questo articolo.

Condividi questo articolo