Vai al contenuto

Giulia Son

Home » Essere, Fare e Avere: perché le tre cose non sono scollegate.

Essere, Fare e Avere: perché le tre cose non sono scollegate.

Viviamo in una società che ancora ci abitua a pensare che mente, spirito e corpo siano sfere del tutto separate. Diciamo frasi come “no, ma io sono una persona razionale”, come se questo significasse che non proviamo sentimenti. Oppure, come se essere capaci di pensieri strategici ci rendesse automaticamente immuni alla creatività. Naturalmente, invece, tutto appartiene alla stessa sfera e ogni individuo è fatto di mente, come di corpo, come di spirito.

Integrare ogni parte di noi nel Business.

Anche quando parliamo di Business, tendiamo a credere che come professionistə possiamo essere più portatə – ad esempio – a compiti manuali e meno a compiti mentali; e allora saremo bravə a confezionare abiti artigianali, ma la contabilità proprio lasciamola stare. Oh, per carità; è vero che ognunə di noi ha le sue doti e i suoi talenti, ma non è che a volte ci convinciamo di non essere bravə in qualcosa solo perché, invece, quello che riteniamo “il suo opposto” ci viene alla grande?

Inoltre, veniamo tiratə su con l’idea che per avere successo sia importante Fare – compiere tante, tantissime azioni: quanto più siamo impegnatə, tanto più ci sentiamo validə come persone. Questo meccanismo è così radicato che nemmeno ce ne rendiamo conto: ormai ci viene naturale pensare che Fare = Valore.

Se sei anche tu dell’idea che ogni minuto di veglia dovrebbe essere produttivo e che il tuo successo dipenderà solo da quanto mazzo ti farai nelle prossime ore, settimane, mesi, allora potrebbe esserti utile leggere questo articolo.

In realtà, anche nel Business, ogni parte di noi è importante e ha un suo ruolo.

Cosa significa Essere, come Solopreneur.

L’Essere è il punto di partenza perché è da lì che traiamo il nutrimento e l’ispirazione per i nostri Business.

Per noi Solopreneur è particolarmente evidente, ma qualsiasi azienda è nata dall’idea di qualcuno, ad un certo punto. E quell’idea è frutto della mentalità, dei valori, dei talenti, delle passioni di quel qualcuno lì.

Essere, nel Business, significa prendere consapevolezza delle nostre ambizioni e trasformarle in obiettivi; significa guardare con onestà ai talenti e alle capacità di cui disponiamo, e farne strumenti; vuol dire capire come comunicare la nostra personalità per far emergere quelle caratteristiche più utili allə Cliente.

Insomma, l’aspetto dell’Essere è utilissimo per definire la struttura del Business e anche la Strategia del Brand; per darci obiettivi allineati ai nostri desideri; per costruire una attività in linea con la nostra etica.

Inoltre, Essere significa anche porsi in una posizione interiore per affrontare le sfide con una certa mentalità. Ti faccio un esempio. Immagina una persona a cui piacerebbe cimentarsi con il Cammino di Santiago, ma che si dice che è troppo faticoso e che in nessun caso può farcela. Come si comporterà quella persona? Probabilmente non partirà mai, e nemmeno inizierà ad allenarsi; perché è comunque convinta di non farcela.

Coltivare l’Essere significa lavorare anche sul mindset e su quelle convinzioni o blocchi che potrebbero ostacolarci.

Cosa significa Fare, come Solopreneur.

È vero che non tutto gira intorno alle azioni che compiamo; e non è che meno tempo libero abbiamo, più ci stanchiamo, più ci esauriamo, più siamo belle persone. Ma diciamo pure che le azioni servono.

Una volta capito che tipo di servizi vogliamo offrire, i materiali annessi a quei servizi dobbiamo prepararli; una volta capito che ci esprimiamo al meglio in diretta video, quelle dirette dobbiamo programmarle.

Darsi degli obiettivi e poi fermarsi ad aspettare che si realizzino da soli non ha senso: dobbiamo prenderci la responsabilità del nostro successo e prendere una posizione attiva – in conformità con quella che è la nostra personale e insindacabile idea di successo.

Cosa significa Avere, come Solopreneur.

Il risultato che otteniamo non dipende solo da quello che facciamo, quindi, ma anche da come siamo mentre facciamo. Nell’esempio del Cammino di Santiago abbiamo visto come una convinzione limitante porterebbe a non compiere nessuna azione, nemmeno pianificare un allenamento che, nel tempo, ci porterebbe a realizzare il sogno.

Avere, nel Business, significa raggiungere gli obiettivi posti: quelli economici, certo; ma anche altri un po’ più difficili da quantificare. La soddisfazione, quanto ci sentiamo allineatə con l’etica, quanto siamo statə capaci di prenderci cura di noi, etc.

Il vero salto di qualità la mia attività l’ha fatto solo dopo che ho trovato equilibrio fra Essere, Fare e Avere. Prima ho lavorato sulla fiducia del mio Essere. Questo mi ha portata a pormi nuovi obiettivi e a Fare per pianificarli, per Avere, infine, un business che rispecchi me e la mia Visione.

Condividi questo articolo